Lucca, la città d’arte nel nord della Toscana

Nel nord ovest della Toscana, una città affascinante con una vasta eredità musicale attende curiosi turisti. Lucca è la città natale di famosi compositori come Giacomo Puccini, Alfredo Catalani e Nicolao Dorati. Per di più puoi anche imbatterti in un paesaggio urbano alquanto insolito che ha mantenuto l’originale schema stradale del periodo romano e si è poi esteso verso l’esterno nei secoli successivi. E poi c’è la vicinanza al Mar Ligure che rende Lucca un posto particolarmente florido – i tanti diversi giardini con l’ampia varietà di specie vegetali parlano da soli – e un punto di partenza ideale per le gite in spiaggia. Soprattutto, Lucca è un’autentica città d’arte con un’incredibile abbondanza di chiese, palazzi e costruzioni laiche. Andiamo!

 

La città dei tessitori di seta

Come molte altre città toscane, Lucca è stata fondata dagli Etruschi. È diventata una colonia romana nel 180 a.C. circa, nello stesso periodo di Pisa e Luna vicina alle cave di Carrara. Giulio Cesare, Pompeo e Crasso hanno fondato qui il loro primo triumvirato. Diventata un municipio, Lucca non ha avuto un particolare rilievo nel periodo imperiale, poi saccheggiata da Odoacre e successivamente ampliata dai Longobardi per diventare la sede di un margravio o di un duca. Si costituirà poi come comune indipendente nel 1160 dopo la morte dell’influente Matilda di Toscana che ha lasciato dietro di sé, tra le altre cose, una battaglia pluridecennale tra i suoi eredi.

 

Il contrasto interno e i ripetuti tentativi di dominazione esterna hanno continuamente messo alla prova l’indipendenza. Lucca era una città ricca, soprattutto a causa del suo ruolo fondamentale nell’industria tessile medievale grazie alla seta particolarmente colorata. I ripetuti disordini hanno portato alla fuga a Venezia di molti tintori e tessitori di seta. Tuttavia, Lucca è riuscita sempre a liberarsi, è stata una democrazia, una oligarchia patrizio-aristocratica ed una città repubblicana indipendente fino a quando il vittorioso esercito rivoluzionario francese ha posto fine alla dominazione austriaca sull’Italia ed ha introdotto una moderna forma di “democrazia” francese sotto l’influenza di Napoleone in tutta la regione, inclusa Lucca. Questa si è trasformata rapidamente in una monarchia con la sorella di Napoleone Elisa Bonaparte Baciocchi, principessa di Lucca, poi nel Ducato dei Borbone di Parma dopo il Congresso di Vienna e successivamente è diventata parte del Granducato di Toscana e successivamente inclusa nella nuova Italia.

 

Le antiche mura cittadine

Una delle cose che rende unica Lucca è la sua struttura insolita, ma estremamente caratteristica. Il reticolo rettangolare di strade del centro storico è riconducibile alle strutture romane. Invece di eliminarle – solo le antiche mura cittadine sono state abbattute per fare spazio all’ampliamento – la città si è gradualmente estesa verso l’esterno. La costruzione delle odierne mura cittadine è iniziata soltanto nel Medioevo ed ha visto un’espansione nel XVI e XVII secolo dando loro la forma attuale. In realtà, non dovrebbero essere state mai utilizzate a scopo difensivo e, nel 1812, hanno arginato un’alluvione potenzialmente devastante.

 

Oggi si possono fare tranquille passeggiate sulle mura cittadine, in città e nelle fortificazioni che ti daranno la prima ottima sensazione della varietà architettonica e la possibilità di rilassarti piacevolmente in aree verdi più tranquille. Forse non sarai sorpreso di sentire che questi luoghi della città servono spesso per eventi (sportivi). Cinque porte cittadine collegano il centro storico ai quartieri periferici in quasi tutte le direzioni. Altre due antiche porte della città medievale sono state inglobate nell’anello interno delle mura.

 

Lucca ecclesiastica

Lucca, come molte altre città italiane, ha una grande quantità di chiese e basiliche. In maniera alquanto impressionante, tuttavia, molti di questi edifici ecclesiastici risalgono al Medioevo e sono sopravvissuti ai secoli in modo piuttosto eccellente. Ti presentiamo alcuni dei nostri preferiti:

  • ©Bigstock.com/goga18128

    ©Bigstock.com/goga18128

    San Martino: La Cattedrale di Lucca è stata costruita alla fine del XII secolo e sembra piuttosto moderna in confronto ad altre chiese della città. Sulla facciata c’è una fila di portici con gradini intenzionalmente irregolari che costituiscono una sorta di schema decorativo. Dietro di essa scoprirai un edificio alto, monumentale con stupendi dipinti, un sarcofago incredibile e un tipico labirinto per le dita.

  • San Michele in Foro: Scopri la seconda chiesa più importante della città, soltanto poco più antica di San Martino, sull’antica piazza del mercato del periodo romano. La facciata anticamente costruita ad una navata avrebbe dovuto essere più alta. Come puoi vedere, i progetti sono cambiati facendo sembrare il muro esterno riccamente decorato sproporzionatamente alto.
  • San Frediano: A differenza di molti altri edifici la facciata di questa basilica minore in stile romanico è rivolta ad est per evitare contrasti visivi con le mura della città allora costruite. Per questo, San Frediano sembra un po’ singolare. Una piccola area musiva è stata inserita nella parte bassa della facciata per poter adattare i muri alla navata rialzata.
  • San Francesco: Anche se i lunghi periodi di costruzione non sono certo un’eccezione, guarda un po’ quelli di San Francesco. Iniziata nel XIII secolo nel periodo di transizione tra il romanico e il gotico, la parte superiore della facciata non è stata completata fino alla prima metà del XX secolo utilizzando criteri e stili storicisti.
  • San Salvatore: Il convento di Santa Giustina è stato dotato della sua chiesa nel 1009. Tuttavia, i segni del tempo hanno preso il sopravvento su San Salvatore, motivo per cui si è salvato ben poco dell’originale rifacimento del XII secolo. Tutto il resto può essere fatto risalire a periodi molto, molto successivi. Inoltre, questa semplice e maestosa chiesa del convento allora distrutto è piuttosto imponente, soprattutto internamente.
  • San Giusto: Questa chiesa romanica del XII secolo ha sostituito sulla piazza un edificio, con lo stesso nome ma ben più antico. La parte superiore della facciata con le due logge a fasce in marmo bianche e nere è davvero suggestiva. Lo stupefacente portale di Guidetto è sicuramente tra i suoi capolavori.

 

Edifici laici e giardini

Questo non è neanche un po’ di tutto ciò che il tuo tour attraverso la città d’arte di Lucca ti farà scoprire. Infatti, abbiamo delle altre attrazioni per te:

  • Villa Olivia: Lucca è ricca di ville e palazzi con giganteschi giardini. Sapendo questo, non sarai sorpreso di sentire che Villa Olivia quasi perde d’importanza rispetto ai suoi cinque ettari di giardino recintato. Due fontane, splendide statue e statuette, vicoli ed anfiteatri ti accompagnano attraverso questa costruzione.
  • Palazzo Ducale: Palazzi e fortificazioni distrutte hanno dato il via a Palazzo Ducale, probabilmente nel corso del XV secolo. Le sue facciate imponenti e non del tutto complete, ma soprattutto le stanze ospitano gallerie e diverse opere d’arte.
  • ©Bigstock.com/stevanzz

    ©Bigstock.com/stevanzz

    Palazzo Pfanner: L’antico Palazzo Controni ospita un salone con grandiosi affreschi ed una collezione di strumenti chirurgici dell’omonimo Dr. Pietro Pfanner. L’attuale museo d’arte è circondato da un altro meraviglioso giardino con numerose statue.

  • La casa di Puccini: Il luogo natale del compositore più famoso al mondo, un edificio abbastanza anonimo vicino Piazza San Michele, è stato trasformato in un museo che espone spartiti e libretti originali. Tra le curiosità principali c’è la mansarda in stile ispirata all’opera “La Bohème”.
  • La Torre dell’Orologio: Durante il Medioevo a Lucca c’erano molte torri di famiglie ricche. In parte sono state costruite a scopo difensivo e in parte erano uno status symbol. Una delle poche torri rimaste, la più alta di tutta Lucca, è la Torre dell’Orologio. Puoi salire i numerosi gradini e dare un’occhiata al raffinato meccanismo dell’orologio.
  • L’Orto Botanico: Tanto per cambiare, che ne dici di un intero orto botanico? Fondato nel 1820 da Maria Luisa, Duchessa di Parma, questa incredibile attrazione si presta per lunghe e tranquille passeggiate – è aperto tutti i giorni nei mesi estivi e la mattina nei giorni feriali durante la bassa stagione.

 

Come puoi vedere, Lucca ha tante cose spettacolari da offrire grazie al suo insieme di grandiose architetture, una storia ricca di eventi oltre ad una serie di passeggiate ed aree verdi. Pregusta la sintonia quasi perfetta di armonia, quiete, attrazioni turistiche e la magia del viaggio nel tempo in questa città d’arte nel nord della Toscana.

Comments are closed.